TUTTI I LIBRI

Madre Teresa e Gandhi: L'Etica in Azione

.

“L’India ha inventato lo zero e ha inventato l’Uno. Tra queste cose c’è tutto. Me ne sarei stato lontano da tutto, a distruggere il mio ego, a fare quel vuoto di cui così bene parla questo bellissimo libro su Madre Teresa di Gloria Germani. Ho letto questo libro: è bellissimo.
Soprattutto perché parla delle radici osmotiche di Madre Teresa, della compenetrazione della sua tradizione cristiana con la cultura induista […], ma offre anche una delle migliori introduzioni a Gandhi e alla cultura indiana che mi sia mai capitato di leggere.”
Dalla prefazione di Tiziano Terzani

Tiziano Terzani:
la forza della verità

L’inesorabile evoluzione della sua coscienza si snoda nitida attraverso i libri che ci ha lasciato. Dalla prima cronaca di guerra in Vietnam, all’impegno post 11 settembre fino alla lucida attesa della morte, la vita di Terzani procede senza accomodamenti e compromessi, scandita dalla riflessione sulla storia recente dell’Asia.

Dov’è l'uomo che vive più contento, più in pace con se stesso e con la natura? Terzani, che era scappato dall’Europa in cerca di una società più giusta, intravista all’inizio nel socialismo di Mao, finirà per compenetrarsi sempre più a Gandhi, al digiuno dal consumismo e a quella forza della verità con cui il Mahatma combatteva i colonizzatori inglesi. La questione fondamentale rimane sempre e solo quella della conoscenza, e lo sguardo di Terzani smaschera i limiti della visione materialistica e scientifica della modernità, impegnata nella falsa impresa di impossessarsi del mondo esterno.

Egli ci ricorda che ogni vita, la mia o quella di un albero, è parte di quel tutto dalle mille forme che è la vita.

La strada verso una dimensione collettiva e sociale più in sintonia con la natura coincide con un percorso spirituale ispirato alla saggezza dell’Oriente.

Tiziano Terzani:
verso la rivoluzione della coscienza

Tra i più  apprezzati giornalisti  internazionali,  Tiziano Terzani ( 1938-2004) ha speso tutta la sua vita adulta in Asia, seguendo in presa diretta  la guerra del Vietnam, l’olocausto in Cambogia, la Cina del dopo Mao, il boom del capitalismo in Giappone,   la fine  del comunismo in Russia nel 1991

 

Il suo sguardo acuto e indipendente sulle effettive  conseguenze della Modernità, del Progresso e  dello Sviluppo industriale in Asia, lo rende uno dei principali precursori della Decrescita.  Uno dei suoi  contributi più  innovativi  consiste nello smascherare l’antitesi tra marxismo e capitalismo. Egli vide con grande lucidità che ambedue sono frutto del paradigma della  scienza, cioè della volontà  di dominio su  un presunto  mondo materiale, esterno all’io. Da qui il suo congedo consapevole dal sogno comunista, ma anche dal mito della globalizzazione, come pure dalla “ fabbrica del consenso” costituita dal  giornalismo e dal sistema dei mass media. Si impegnò radicalmente contro la logica distruttiva dell’economia e della globalizzazione che – attraverso il mito della Civiltà Superiore Occidentale  – fa di tutto” il mondo un mercato e di tutti gli uomini dei consumatori a cui vendere prima  gli stessi desideri, poi gli stessi prodotti”. L’antica sapienza orientale, in sintonia con le più recenti scoperte della fisica quantistica e subatomica, gli  permise di ripensare  alla radice la  civiltà della scienza  fondata sul mito efficientista del  modello meccanicistico  di Newton e Cartesio. Negli  ultimi libri, con cui ha incontrato un enorme successo di pubblico, ha indicato ai giovani   un tipo diverso di  rivoluzione che  ci riporta a un vivere più naturale, più legato ai beni comuni,   più frugale ma anche affettivo. Una rivoluzione della coscienza che smaschera l’illusione che la felicità consista nel possesso.

 

Tiziano Terzani:
la rivoluzione dentro di noi

Più che quella di un giornalista, la vita di Tiziano Terzani è stata quella

di un esploratore, cui le rivoluzioni e le strade dell’Asia hanno insegnato molte cose sulla natura dell’uomo e la sua felicità. Attraverso un inesorabile percorso di apertura mentale, Terzani ha compreso che l’unica rivoluzione possibile è quella all’interno dell’animo umano. Sulla scia di Gandhi, di Buddha, dei più grandi saggi di tutti i tempi, ha capito che la felicità non risiede nel mondo esterno, nella materia, ma è una dimensione della nostra mente. «Quella mente, finora impiegata prevalentemente a conoscere ed impossessarsi del mondo esterno, come se quello fosse la sola fonte della nostre sfuggente felicità, andrebbe rivolta – diceva – verso il mondo interno, alla conoscenza di sé». Subito dopo l’11 settembre 2001,Terzani si impegnò con i suoi scritti e con tutto se stesso per comunicare ai giovani. Per far capire loro che dobbiamo cambiare strada, che è possibile imboccare una via di evoluzione più pacifica, più umana, più spirituale.

L'opera di Gloria Germani prende in esame tutti i libri di Terzani ed

evidenzia i tre aspetti fondamentali del suo messaggio: la critica radicale a una concezione esclusivamente materialistico-scientifica della vita; la necessità di un approccio olistico sulla scia dell’Oriente e delle scoperte delle fisica quantistica; l’etica che ne deriva sia sul piano economico, sia sul piano esistenziale. La rivoluzione interiore che Terzani ha messo in atto personalmente è il preludio di una rivoluzione culturale collettiva: una nuova economia, una nuova educazione, una nuova medicina, una nuova spiritualità.

 

A scuola di felicità e decrescita:
Alice Project

Alice Project è una scuola interculturale e interreligiosa che pone al centro del proprio programma la conoscenza di se stessi e l'amore nei confronti del mondo e di ogni creatura vivente.

E' stata fondata nel 1994 a Sarnath, in India, da Valentino Giacomin che, dopo aver lavorato come maestro in Italia ha deciso, insieme alla Luigina De Biasi, di continuare la propria ricerca educativa e spirituale nel subcontinente indiano.

Il libro è il risultato di numerose visite che l'autrice ha compiuto a Sarnath nel corso degli anni, colpita dalla serenità degli studenti e dall'educazione alla sostenibilità e alla pace. Nel libro le parole e l'esempio di Giacomin si intrecciano con le voci dei molti pensatori (Terzani, Illich, Latouche) che in questi anni stanno smascherando i limiti e le contraddizioni dei modelli di conoscenza e di sviluppo dell'occidente industrializzato.

Teresa di Calcutta, una mistica tra Oriente e Occidente
 
con prefazione di Tiziano Terzani

 

 

Uno studio sul pensiero di madre Teresa, così come emerge sia dai suoi discorsi pubblici che da quelli rivolti alla sua famiglia religiosa. Un saggio che fornisce un'interpretazione critica del suo insegnamento, nel tentativo di comprendere a fondo la figura di Teresa di Calcutta,la sua personalissima sintesi tra spiritualità orientale e occidentale, tra cultura cristiana e induista, attraverso il confronto col pensiero e l'azione del suo contemporaneo: il Mahatma Gandhi. 

 

Il libro ha avuto 5 edizioni in Brasile in lingua portoghese e una in India in lingua inglese.        

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now