Gli ultimi libri pubblicati

verità della decrescita.jpg

La crisi ecologica e la pandemia sono la cartina di tornasole della civiltà industriale moderna, che si è imposta come superiore, come portatrice di vera scienza. E se alla base della modernità vi  fosse un sbaglio conoscitivo?  Attraverso un dialogo serrato  con i risultati della fisica quantistica, l’entaglement, l’epigenetica,  ma soprattutto con il pensiero induista, buddista e le tradizioni indigene, viene  messo a fuoco l’abbaglio della  scienza e delle sue sorelle: tecnologia e multinazionali. Fondate sull’antropocentrismo e sull’astrazione razionale  dello schema cartesiano–newtoniano, riposano sulla falsa separazione tra mente  e materia, tra ego e mondo. Verità della Decrescita  vuole mostrare che l’attuale “dittatura dell’economia”  e la globalizzazione sono frutto delle idee ottocentesche e - screditate - di materia, tempo progressivo, crescita.  Apre invece una nuova strada verso il Non dualismo, fatta di economia locale,  relazioni affettive,  visione sistemica,  il biologico della mente.

 

 

 

“Gloria Germani rilegge il mito della modernità incrociando la critica all'antropocentrismo della scienza e della filosofia occidentale con le visioni ecocentriche  delle saggezze orientali, in particolare del buddismo e dell'induismo (da lei lungamente frequentate). Il libro inscrive a pieno titolo il progetto di Gandhi nel paradigma della decrescita”

Serge Latouche

 

“Germani  offre una delle migliori  introduzioni a Gandhi e alla cultura indiana che mi sia capitato di leggere”

Tiziano Terzani

Post dal blog